Domanda:
Perché c'è una linea di vulcani lungo la costa nord-occidentale del Nord America?
Chris Mueller
2014-04-16 20:11:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mount Hood in Oregon è un vulcano inattivo, mentre a Washington Mount St. Helens e il monte. Ranier sono entrambi vulcani attivi. Quali sono le cause di questa linea di vulcani che corre parallela alla costa lungo la costa nord-occidentale del Nord America?

Tre risposte:
#1
+19
Joe Kington
2014-04-16 21:15:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le Cascate (la catena vulcanica di cui fanno parte il Monte St. Helens e il Monte Ranier) sono "vulcani ad arco" (noti anche come "arco vulcanico", ecc.).

Si formano archi vulcanici a una distanza regolare (e spaziatura abbastanza regolare) dietro le zone di subduzione. Le zone di subduzione sono aree in cui la crosta oceanica densa si immerge sotto una crosta più galleggiante (sia la crosta oceanica più giovane o la crosta continentale).

La placca oceanica discendente inizia a generare fluidi a causa di reazioni metamorfiche che si verificano a una pressione particolare e la temperatura. Questi fluidi provocano la fusione parziale del mantello sopra la lastra discendente. (Contrariamente a quanto spesso insegnato, la stessa crosta oceanica non si scioglie a questo punto, è il mantello sopra di essa che lo fa.)

Ciò fa sì che i vulcani ad arco si formino sulla superficie approssimativamente dove il la placca oceanica raggiunge una profondità di ~ 100 km (potrei ricordare male il numero esatto).

Tuttavia, c'è una storia interessante con le cascate, la faglia di San Andreas e la Sierra Nevada.

Fondamentalmente, le Sierras sono il vecchio arco vulcanico prima che una cresta oceanica che si estendeva cercasse di sottomettersi al largo della costa della California. (Cerca la placca di Farallon.) La cresta era troppo galleggiante per sottomettersi, quindi la subduzione si fermò, interrompendo l'afflusso di magma all'arco vulcanico. Poiché il movimento della placca del Pacifico (sull'altro lato della cresta in espansione che ha cercato di subdurre) era approssimativamente parallelo al margine del Nord America, si è formato invece un confine di scivolamento: la faglia di San Andreas. Verso nord, c'è ancora un residuo della placca Farallon che si sta subducendo sotto CA settentrionale, OR, WA e BC. Pertanto, le Cascate sono ancora vulcani ad arco attivi, mentre le Sierras sono solo le "radici" del vecchio arco.

+1 per lo scioglimento parziale del mantello
Eppure c'è (geologicamente) recente attività vulcanica nelle Sierras da Mammoth / Mono Lake al Monte. Plutone / Mt. Complesso di rose che si affaccia sul Lago Tahoe e prosegue verso nord fino a Lassen.
#2
+7
Neo
2014-04-16 22:01:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Oltre all'eccellente risposta di Joe Kington; c'è anche un processo più complesso in corso nel nord-ovest del Pacifico. Come descritto in Natura, l'origine dei basalti del fiume Columbia è causata dalla rottura della lastra di Farallon subdotta. L'intenso flusso del mantello ha indebolito la lastra al punto che l'estremità si è disaccoppiata dalla placca tettonica "principale". La litosfera disaccoppiata viene lasciata "affondare" nel mantello senza vincoli dovuti alle condizioni al contorno della superficie (cinematica) spingendo il mantello caldo verso l'alto sotto il Pacifico nord-occidentale. La spinta di questo caldo mantello fornisce una fonte insolitamente abbondante di mantello fondibile, con conseguente aumento del vulcanismo.

#3
+2
amorfis
2014-04-16 21:06:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È perché in questo luogo si incontrano due placche tettoniche. La maggior parte dei vulcani si trova in questo posto - dove c'è il confine tra le placche tettoniche.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...