Domanda:
Quando si può usare il gusto per identificare le rocce?
Paul A. Clayton
2014-06-06 16:25:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il gusto può essere utilizzato per distinguere l'halite (sale ordinario) dalla silvite (che ha un po 'di amarezza) e la siltite dalla pietra fangosa (quest'ultima ha una consistenza cremosa mentre i grani del primo possono essere percepiti). Ci sono altri usi del gusto per l'identificazione?

Questa domanda potrebbe utilizzare un po 'di aiuto per la codifica. Stavo pensando di aggiungere [tag: mineralogia], ma non ero sicuro. Non ci sono tag per metodi (o metodi di campo), forse è giusto che sia così.
@plannapus Stavo pensando di porre una domanda a Meta sul fatto che qualcosa come i metodi di campo (a.k.a., tecnica di campo) sarebbe un tag utile. [tag: petrology] sarebbe meglio della mineralogia. [tag: rock -identificazione] sarebbe probabilmente un buon tag per [domande sull'identificazione del rock sull'argomento] (http://meta.earthscience.stackexchange.com/q/124/26) e le tecniche (anche se "identificare questo" è * diverso * dalle domande sulla tecnica), ma non esiste ancora.
In effetti dovresti forse fare una meta domanda sull'utilità del metodo sul campo. Nel caso non lo sapessi: puoi creare tutti i tag che desideri anche se non esistono semplicemente aggiungendoli a una domanda. Ma è davvero bello chiedere l'input della comunità prima di inondare di tag :)
Tre risposte:
#1
+10
Gimelist
2014-08-01 16:21:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hai ragione riguardo a alite e silvite. Potrei aggiungere che la carnallite ha anche un sapore estremamente amaro. Questi tre minerali sono cloruri e si dissolvono molto facilmente, quindi questo potrebbe essere una parte del problema qui. La differenziazione del mudstone (argilla) dal siltite in realtà non riguarda il gusto, ma piuttosto la consistenza. Tieni presente che questo può essere fuorviante. Se hai una roccia con il 70% di argille e il 30% di sabbia (o limo), sentirai il limo, dandogli una proporzione più alta nella tua stima, a meno che tu non abbia abbastanza esperienza per considerare questo pregiudizio.

Vorrei anche sottolineare i pericoli nell'assaggiare le rocce. Sebbene non comuni, alcuni minerali sono radioattivi. Inoltre alcuni minerali contengono piombo, mercurio e altri elementi pericolosi. Alcuni minerali possono anche essere contaminati dall'inquinamento antropogenico. Quindi fai attenzione quando assaggi le rocce.

#2
+6
Ulrich
2015-06-09 12:18:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi identifico spesso come un geologo ingegnere della distribuzione granulometrica del terreno coesivo a grana fine mordendolo (da quasi 3 decenni ormai). Con una certa esperienza ci si avvicina all'effettiva distribuzione granulometrica determinata in laboratorio. Ciò è molto utile quando è necessaria una decisione immediata in un cantiere edile.

#3
+5
Vasileios Antoniou
2014-08-14 07:02:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La degustazione delle rocce viene effettuata solo se sapevamo già che la degustazione ci avrebbe dato una risposta sul tipo di roccia. Non assaggiamo siltiti o arenarie perché i siltiti (e anche i mudstone) non hanno grani visibili. Al contrario, l'arenaria ha granelli di sabbia visibili. Nella maggior parte dei casi, quando proviamo a identificare un campione di roccia sul campo, la parte di degustazione viene utilizzata molto poco.
La procedura più comune è leccare o sputare il campione (so che suona un po 'strano), al fine di vedere meglio la consistenza e probabilmente identificare i minerali alla luce del sole. Questo viene fatto solo in tagli freschi, realizzati con martello geologico. Alcune volte, soprattutto nelle rocce carbonatiche (calcari), sentiamo l'odore del campione subito dopo averle tagliate, al fine di rilevare il bitume.
I pericoli nell'assaggiare le rocce non provengono dalla roccia stessa, ma da possibili batteri, funghi, Echinococcus , ecc. dallo sporco, dal terreno circostante. Evita di testare qualsiasi roccia che raccogli, perché non aggiungerà nulla all'identificazione, ma se vuoi farlo comunque, fallo SOLO in tagli freschi.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...