Domanda:
I dati della sonda Argo vengono utilizzati per le previsioni meteorologiche numeriche (NWP)?
gerrit
2014-04-17 00:24:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le sonde Argo trasmettono misurazioni della superficie (tra le altre cose) sugli oceani del mondo, lontano dalle tradizionali osservazioni di superficie. Yin et al. (2010) studiano l'assimilazione di queste misurazioni in un modello oceanico, ma secondo un'osservazione non fornita su Wikipedia:

Quando un galleggiante trasmette un profilo viene rapidamente convertito in un formato che può essere inserito nel GTS (Global Telecommunications System). Il GTS è gestito dalla World Meteorological Organization, o WMO, specificamente allo scopo di condividere i dati necessari per le previsioni meteorologiche. Pertanto tutte le nazioni che sono membri dell'OMM ricevono tutti i profili Argo entro poche ore dall'acquisizione del profilo. .

Il modello oceanico di Yin et al. (2010) non è un modello di previsione meteorologica. Esistono agenzie operative che utilizzano effettivamente i dati della sonda Argo per le previsioni meteorologiche numeriche? Esistono pubblicazioni sull'impatto che ciò ha avuto sulle capacità di previsione?

Una risposta:
#1
+5
arkaia
2014-04-17 03:44:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Uno dei problemi con i dati ARGO è che nella maggior parte dei casi non forniscono dati dalla superficie reale dell'oceano. Quando risalgono dalla loro profondità alla deriva (di solito a 1000 o 2000 metri) alla superficie, la maggior parte di loro smette di registrare a una profondità di circa 5 metri dalla superficie. Da SeaBird (l'azienda che fornisce i sensori CTD nella maggior parte dei galleggianti ARGO, SSalOceanSciencesMar08-5Pages.pdf): "... per evitare di degradare l'accuratezza della salinità ingerendo contaminanti della superficie del mare, la pompa viene spenta a circa 5 decibar sotto quando il galleggiante Argo sale. " Ciò crea problemi durante l'assimilazione ai modelli atmosferici a causa delle incongruenze tra la temperatura della superficie del mare derivata dal satellite e la temperatura ARGO a 5 metri. Per risolvere questo problema e fornire migliori informazioni sul flusso superficiale, alcuni galleggianti ARGO sono dotati di un secondo sensore di temperatura e salinità (STS) che misura solo in prossimità della superficie.

A quanto pare, i dati sono di immediata utilità per i sommergibilisti ...


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...