Domanda:
Quanto può essere profonda la superficie della crosta terrestre?
Zoltán Schmidt
2014-04-16 06:09:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In teoria, quanto può essere profonda una formazione naturale sulla superficie della crosta terrestre? Quali sono i limiti a questa profondità?

Intendi il fondo del mare? Perché il nucleo interno è una formazione naturale e che va a 6400 km di profondità dare o avere ...
@winwaed Intendevo qualcosa in cui saremmo in grado di scendere, come la Fossa delle Marianne.
@ZoltánSchmidt: "can" implica una specie di massimo teorico. Ad esempio, qual è il punto più profondo che * potrebbe mai formarsi * sulla terra. Intendi questo, o intendi semplicemente "qual è il punto più basso conosciuto sulla superficie della crosta terrestre?"
@naught101 Il * possibile * più basso.
Ok, l'ho riformulato per renderlo più chiaro. Sentiti libero di rifiutare la modifica se è sbagliata o di usarla per chiarire la tua domanda. (in una nota a margine, un meteorite delle dimensioni di una luna che solca il centro della terra sarebbe considerato "naturale" e "profondo"?: P)
Tre risposte:
#1
+15
winwaed
2014-04-16 06:45:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Challenger Deep (10,99 km) nella Fossa di Mariana è la parte più profonda del fondo oceanico. Questo è probabilmente vicino al fondale oceanico teoricamente più profondo possibile con l'attuale regime termico.

Con l'attuale regime termico, la profondità del fondale oceanico più profondo in "stato stazionario" è di circa 5,5-6 km ( curve di raffreddamento a Muller et al) - il limite viene raggiunto quando la crosta oceanica si raffredda e si abbassa. La crosta (litosfera) fluttua effettivamente sul mantello (astenosfera) e questa situazione di stato stazionario è nota come "equilibrio isostatico".

Puoi andare più in profondità passando da una situazione statica a una dinamica. Una zona di subduzione fornisce questo: la piastra di subduzione si muove e viene spinta verso il basso, risultando in una fossa oceanica profonda. Per esempio. La Mariana, o la trincea al largo del Cile. Una zona di subduzione veloce dovrebbe andare più in profondità. Anche un buco profondo come questo tenderà a riempirsi di sedimenti. Le zone di subduzione più veloci si muovono a circa 16 cm (e questi sono solo gli archi corti). Anche le caratteristiche fisiche della crosta oceanica varieranno leggermente (spessore, temperatura), ma al di là di questi parametri è difficile rendere il buco più profondo, per così dire.

#2
+6
Mark Mayo
2014-04-16 08:59:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In teoria, una nuova fenditura potrebbe aprirsi in qualsiasi momento, portando a una nuova profondità. Ma da molto tempo, il punto naturale più profondo conosciuto è la Fossa delle Marianne, poco meno di 11 km di profondità!

Tuttavia, siamo andati più in profondità!

Nel 1970, il progetto Kola Superdeep Bore prevedeva l'esecuzione di diversi fori da un foro centrale. Il più profondo - SG-3, ha raggiunto 12.262 metri sotto terra. L'obiettivo era arrivare a 15000 m, ma il problema è che le punte iniziano a sciogliersi con il calore laggiù: devono funzionare a più di 300 gradi Celsius!

Tuttavia, il Kola Bore non è una formazione naturale. [Che ne dici di un cratere meteoritico] (http://earthscience.stackexchange.com/questions/128/how-deep-was-the-vredefort-crater-when-it-happened)?
@naught101 è per questo che ho menzionato la trincea delle Marianne, ma ho capito per interesse che valeva la pena menzionare che abbiamo buchi più profondi.
#3
+5
tobias47n9e
2014-04-16 16:17:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Informazioni sui limiti: le profondità più grandi sulla terra sono create dal diradamento della litosfera (spaccatura del Mar Morto per quanto ne so). Il limite a questo abbassamento è ovviamente l'afflusso dell'oceano (quindi il punto più profondo che puoi raggiungere sulla terraferma può essere solo leggermente inferiore al livello dell'acqua dell'oceano.

Nell'oceano i punti più profondi sono i luoghi in cui la piastra di subduzione trascina la litosfera nell'astenosfera. Più lunga è la piastra di subduzione attaccata (prima che si stacchi), più forte sarà la forza. Probabilmente è difficile dire quanto può essere profonda una fossa di subduzione perché si approfondisce è anche pieno di sedimenti.

Il diventa un punto teorico in cui il diradamento raggiungerebbe la crosta di spessore zero. Tuttavia esiste un punto di allungamento (~ 2x iirc) oltre il quale si forma una dorsale oceanica che diventa autosufficiente. D'altra parte si potrebbe sostenere che la crosta di spessore 0 si verifica solo sulle dorsali oceaniche centrali e quelle sono relativamente poco profonde a causa dell'isostasia.
Si noti che è in corso un dibattito sul fatto che il bacino del Mar Morto sia una frattura o una trasformazione, o entrambe le cose. Un nuovo libro è stato appena pubblicato su di esso: http://www.springer.com/earth+sciences+and+geography/geophysics/book/978-94-017-8871-7 nel caso tu sia interessato.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...